PRECEDENTE SUCCESSIVO
(greghph) ciao a tutti forse disturbo per una stupidata, però volevo far configurare un record dns con un puntamento webmaimiaazienda.it all'ip pubblico della webmail a tutt'oggi funziona benissimo con IP xxx.xxx.xxx.xxx/mail/nomedb.nsf (utente e pwd) come faccio a configurare il tutto, vorrei che l'utente abilitato, digitanto webmailazienda.it ed effettuando il login acceda direttamente al suo db attualmente ho questa conf: 1) se digito solo ip dal browser xxx.xxx.xxx.xxx chiede autenticazione ma mi indirizza sul traveler http://xxx.xxx.xxx.xxx/servlet/traveler 2) per accedere alla webmail l'url è xxx.xxx.xxx.xxx/mail/nomedb.nsf grazie e saluti
(trevis) Grazie MircoT per il chiarimento.. io ci ho provato pur sospettando che la logica delle ACL richiedesse comunque autenticazione a monte.. proverò allora l'idea iniziale vediamo come va.. Grazie ancora
(MircoT) quelli che metti nell'acl del gruppo non sono indirizzi di mittenza abilitati, ma nomi gerarchici autorizzati a vederlo ed usarlo dopo essersi identificati con il server. va di conseguenza che gli indirizzi esterni lì dentro non ci vanno perchè tanto non funzionerebbero. la tua soluzione potrebbe funzionare. però la regola "manda copia completa" viene eseguita da router imbustando il messaggio e mandandolo nell'altra casella. bisogna vedere se questa azione innesca il controllo acl del gruppo vedendo l'attore router (quindi il server) oppure sempre il mittente originale del messaggio. devi provare. altre soluzioni non mi vengono in mente, se non con applicazione apposita.
(trevis) Buongiorno a tutti, avrei bisogno dei più esperti per capire se e come realizzare questa cosa.. Ho creato sotto richiesta della Direzione un gruppo di posta "Corporate" che contiene tutti i gruppi e gli utenti di domino, per le comunicazioni istituzionali. Per evitare che qualcuno sfogliandosi la rubrica trovasse e usasse questo gruppo di posta ho modificato le acl togliendo "all Readers and above" e lasciando (oltre ai classici admin, localdomainservers, localdomainadmin, etc..) me, presidente, amm. delegato e segreteria di direzione. Fino qui tutto bene.. sempre funzionato a dovere.. Il problema nasce ora che è stato deciso di dare accesso a questo indirizzo all'ufficio stampa che ovviamente è fuori DDN. L'indirizzo mail mittente è e sarà uno solo e, tramite i postfix fronte domino, ho creato le regole per filtrare mittente e ip del server di origine. Ora su domino non so cosa inventarmi.. ho provato (così per sfizio) ad aggiungere nelle acl del gruppo l'indirizzo mail dell'ufficio stampa ma senza successo... mille prove.. ma l'unica idea che mi è venuta è quella di creare un utente apposta (inserito chiaramente nella acl del gruppo "Corporate") che, con una regola di posta, rigiri automaticamente al gruppo "Corporate" le mail che arrivano dal'indirizzo dell'ufficio stampa.. Mi sembra però una roba arrangiata.. qualcuno ha soluzioni più fini ? Grazie mille in anticipo Trevis
(stefano) Stessa domanda: perchè ti serve saperlo? Devi forse procedere anche ad una rename oltre che ad una move?
(MircoT) se posso chiedere: come mai devi discriminarli? non devi comunque migrarli tutti dal vecchio al nuovo ambiente? comunque, gli utenti che usano notes, nel loro doc persona, nella sezione admin, dovrebbero riportare in basso le informazioni sulla versione del client notes che hanno usato. gli utenti solo web non riportano questa informazione. dovrebbe bastarti per capire chi usa notes e chi no.
(Marianna) ciao a tutti! Ambiente esistente 8.5.3 FP4 e Cluster 9.0.1 Fp3 Vi è mai capitato di dover capire quali utenti hanno installato Lotus Notes e quali utenti utilizzano solo WebMail? In un ambiente nuovo e in fase di migrazione ho circa 150 utenti Lotus Notes di 600... purtroppo non so chi sono... Come faccio a recuperare la lista per discriminarli e migrarli? Grazie Marianna
(robilipa) Buongiorno, qualcuno di voi ha affrontato l'argomento in oggetto ? Da quello che ho capito nativamente non si può fare, magari con qualche software di terze parti ?
(cyberflaz) Non che io sappia, Domino non ti fa modificare il routing in base all'indirizzo mittente. Ti serve aggiungere a valle un SMTP in grado di gestire quello che dici, Postfix ad esempio.
(maci) Buongiorno a tutti, è possibile configurare un server Domino affinché possa splittare l´invio da due domini? Spiego meglio: d 1 Domino configurato per accettare e inoltrare nelle caselle utenti mail da domini pippo.it e pluto.it 2 quando un utente che ha come indirizzo mail x@pippo.it deve uscire dal server domino 3 quando un utente che ha indirizzo mail x@pluto.it deve fare un relay su un server con connettore pop3/smtp per il docimio è gestito esternamente é possibile? Marco
(maci) Buongiorno a tutti, è possibile configurare un server Domino affinché possa splittare l'invio da due domini? Spiego meglio: d 1 Domino configurato per accettare e inoltrare nelle caselle utenti mail da domini pippo.it e pluto.it 2 quando un utente che ha come indirizzo mail x@pippo.it deve uscire dal server domino 3 quando un utente che ha indirizzo mail x@pluto.it deve fare un relay su un server con connettore pop3/smtp per il docimio è gestito esternamente é possibile? Marco
(Naio) infatti immaginavo fosse una cosa del genere, adesso provo. Grazie
(cyberflaz) Questo perché GMail sente che From e SentBy differiscono. Firma, se puoi, l'agente con un utente e il Run on behalf of lascialo vuoto.
(Naio) In realtà proalpha è il nome del server domino, ho provato a settare l'agente in "Run oh behalf of" indicando un nome utente presente nella domino directory, ma a questo punto mi da l'errore: 550-5.7.1 [85.114.140.99 11] Our system has detected that this message is550-5.7.1 not RFC 5322 compliant. To reduce the amount of spam sent to Gmail,550-5.7.1 this message has been blocked. Please review550 5.7.1 RFC 5322 specifications for more information. nq2si11979686lbc.188 - gsmtp
(cyberflaz) L'agente probabilmente è firmato con l'utente proalpha, oppure è stato definito nel campo 'Run on behalf of'. Evidentemente quell'utente/server/mail-in database non è più presente nella tua Domino Directory.
(Naio) No, è una semplice email di avviso che informa un utente quando un amministratore modifica un documento creato da lui. Fin qui sono riuscito a risolvere, perchè mi sono accorto (pe. , perciò il problema persiste negli agenti schedulati, ovvero quelli inviati direttamente da domino. Tuttavia ora ho un problema con gli agenti schedulati che inviano email periodiche, pur avendo settato il relay server con user e password funzionanti, le email a utenti esterni alla mia rete domino non partono, il log mi riporta questo errore: 02/05/2016 16.04.09 Router: Error transferring message 004D48A7 via SMTP to MAIL.PROCERT.IT 550 Sender verify failed 02/05/2016 16.04.09 Router: Unable to deliver message 004D48C5, 004D48AB to proalpha/procert 02/05/2016 16.04.09 User proalpha/procert not listed in Domino Directory A questo punto mi viene il dubbio che sia il mittente non riconosciuto il problema, ma come lo setto in un'email automatica? Non ho una location come su un client Notes.
(cyberflaz) Per caso nel documento che invii hai un campo di nome From?
(Naio) Ciao, io ho settato il relay esterno e se invio da client notes o applicazione web invia correttamente utilizzando il mio ISP. Tuttavia mi da un errore nell'invio di email da comando @mailsend in alcune applicazioni che abbiamo sviluppato internamente, l'errore è: 550-5.7.1 [85.114.140.99 11] Our system has detected that this message is550-5.7.1 not RFC 5322 compliant. To reduce the amount of spam sent to Gmail,550-5.7.1 this message has been blocked. Please review550 5.7.1 RFC 5322 specifications for more information. iy3si8582419lbc.65 - gsmtp Me lo da principalmente con google, che sia legato al fatto che non viene utilizzato un client? Avete qualche consiglio per risolvere? Grazie mille.
(Naio) Ciao a tutti, ho configurato i client Notes di tutto l'ufficio in modo che scarichino la posta dal mio mail server esterno attraverso un account IMAP Offline e le email vengono scaricate correttamente e regolarmente in tutti i pc. Tuttavia le email vengono marcate già lette automaticamente, quale può essere il problema? Nelle proprietà dei database email ho settato "don't mantain unread marks", ma non cambia nulla. Ho provato anche a settare la replica degli "unread marks" su "never", ma nulla è cambiato. Ho anche provato a disattivare l'antivirus, ma nulla. L'IMAP Online non lo voglio usare perchè voglio mantenere una copia di backup delle email sul mio server domino e comunque preferisco utilizzare il database notes perchè mi piace di più di quello remoto, inoltre in alcuni client ho più account email collegati e voglio raggruppare i messaggi. Qualcuno ha qualche consiglio? Grazie.
(Matteo Bisi) Michele, guarda questa qui , l'ho messa online qualche anno fa ma dovrebbe darti i vari step http://www.msbiro.net/2013/01/inotes-sametime-activedirectory.html
(stefano) Immagino di sì, comunque trovi tutto nell'help del Domino Administrator.
(mariis88) Grazie per la risposta... C'è qualche guida online così da avere un idea di come fare?
(greghph) nessuna idea? grazie
(stefano) Personalmente non ho mai verificato una condizione del genere...
(MircoT) ok, con quella variabile il compact non viene interrotto, però io ho notato che se il db è sotto traveler il db è sempre aperto e il compact -c neanche parte dicendo che il db è in uso. mentre con il dbmt viene fatto un drop e il processo avviene correttamente.
(stefano) No perché stiamo parlando di una 9 in cui puoi (anzi si dovrebbe) inserire nel notes.ini la variabile MAILFILEDISABLECOMPACTABORT=1 che previene il problema di cui parli.
(MircoT) però il compact -c viene interrotto se avviene un accesso al db. ad esempio se la casella viene interrogata da traveler. il dbmt mi pare invece che, se riesce a droppare le sessioni che usano quel db, poi non lo molla fino a che non ha finito.
(stefano) Se hai abilitato il DAOS solo a livello server (e non sulle caselle) puoi fare tutto in un "colpo solo" con una [B]compact mail -c -daos on[/B].
(stefano) Certo che si può, è molto comodo e l'ho già fatto su diversi clienti, anche senza l'implementazione di SPNEGO che può essere aggiunta ma non è necessaria (e soprattutto non funziona da Internet). Devi esporre AD via LDAP tramite un documento nel Directory Assistance del server in cui specifichi una query AD standard o custom, dipende da come vuoi far autenticare l'utente. In questo documento devi anche specificare quale attributo di AD viene utilizzato per contenere il nome Domino dell'utente AD: questa info serve per la mappatura dell'utente Domino con quello AD. Infatti il person document NON avrà Internet password e l'utente si autenticherà solo con user e password di AD. Utilizzo questo tipo di autenticazione anche su qualche server Traveler.
(greghph) Ciao a tutti mi è stata segnalata una problematica "strana" di ricezione di e-mail provenienti dallo stesso utente interno di domino Le email inviate dall'utente in questione, sia che siano nuove email con solo oggetto, o degli inoltri (senza allegati o immagini interne), vengono ricevute con un peso di circa 1MB. Se la stessa mail ricevuta (es da me) viene inoltrata ad un altro utente diverso dal mittente, il peso si "abbassa" notevolmente (5/10KB) Non sono presenti firme ad appensantire il tutto (viene utilizzato crossware). da cosa potrebbe dipendere? grazie per un aiuto
PRECEDENTE SUCCESSIVO